Conoscenze di base

Domande frequenti

Troverai la maggior parte delle risposte alle tue domande qui sotto. Se hai ancora una domanda senza risposta, contattaci utilizzando i recapiti forniti e saremo lieti di aiutarti.

CONOSCENZE DI BASE

Domande frequenti

Troverai la maggior parte delle risposte alle tue domande qui sotto. Se hai ancora una domanda senza risposta, contattaci utilizzando i recapiti forniti e saremo lieti di aiutarti.

Le aziende che forniscono beni o servizi in una giurisdizione straniera con un regime IVA devono rispettare le leggi IVA pertinenti di quel Paese. Ci sono diversi casi in cui sarà un obbligo legale per un’azienda registrarsi per l’IVA nel Paese perché sta svolgendo attività commerciali imponibili. Tale attività include:

  • Importazione di merci nel Paese per la vendita o la distribuzione
  • Acquisto e vendita di beni a livello locale
  • Vendita di merci a persone su Internet (potrebbero essere applicate soglie di reddito) Conservazione delle merci in un magazzino
  • Organizzare un evento nel Paese (in particolare se vi è un’ammissione retribuita all’evento)
  • It is the company’s responsibility to register for VAT prior to commencing taxable transactions and once registered, one must comply with the compliance and reporting requirements.

Se si conservano merci in un Paese europeo, sarà necessario disporre di un numero di partita IVA. È obbligatorio per legge.

Il periodo di tempo necessario per ottenere un numero di partita IVA varia da Paese a Paese. In genere, è possibile ricevere il numero di partita IVA entro 4-6 settimane dalla data di presentazione dei documenti all’autorità fiscale. Rimarremo in contatto con le autorità fiscali per monitorare l’avanzamento della Sua registrazione IVA e La terremo informato di eventuali aggiornamenti. Di seguito è riportato un elenco delle tempistiche attuali per ottenere le registrazioni IVA. Ti suggeriamo di tornare qui di tanto in tanto, poiché monitoriamo costantemente la tempistica e la aggiorneremo frequentemente:

  • Francia: 7-9 settimane
  • Germany: 6 – 8 weeks
  • Spagna: 1-2 settimane (attivazione VIES: 2-3 mesi)
  • Italia: 4-6 settimane
  • Polonia: 4-6 settimane
  • Repubblica Ceca: 4-6 settimane
  • Regno Unito: 3-4 settimane

Anche se la registrazione dell’IVA è un processo piuttosto rapido in Spagna, l’attivazione di una partita IVA nel sistema VIES è più complessa e più lunga. Una volta emessa la tua partita IVA, possiamo iniziare a presentare le dichiarazioni e puoi pagare l’IVA in Spagna. L’attivazione deve essere richiesta separatamente da una proposta e può essere effettuata solo se si effettuano transazioni intracomunitarie. Ciò significa che è necessario inviare prima un elenco vendite CE in Spagna. Una volta depositata una Lista vendite CE spagnola, la proposta può essere presentata; tuttavia, sarà automaticamente rifiutato se hai una responsabilità in sospeso, ad es. Pagamenti IVA, dichiarazioni IVA, penali. Se la tua proposta viene rifiutata, dovrà essere inviata nuovamente a partire dall’inizio. Questo processo di solito richiede 2-3 mesi.

Dovrai inserire i dettagli della tua azienda, quindi ti consigliamo di avere con te l’Estratto della società, lo Statuto, il documento d’identità del rappresentante legale e un Certificato bancario della società.

Se tutte le informazioni e i documenti sono forniti correttamente, possiamo preparare il pacchetto di registrazione in un paio di giorni e inviarlo all’Autorità fiscale.

Alcuni uffici fiscali europei richiederanno che i documenti aziendali e i moduli di registrazione siano “notarizzati e apostillati” prima di poterli presentare alle autorità per richiedere la registrazione IVA.

Un documento autenticato è una persona che reca la firma autenticata (o le firme) della persona (o delle persone) autorizzata o tenuta a firmarla, e la firma di un notaio che testimonia la firma (o le firme), accompagnata da un’impressione del suo sigillo notarile ufficiale. Se un ufficio fiscale lo richiede, il firmatario autorizzato dovrà visitare un Notaio (o farne recare uno nel Suo ufficio) e firmare i documenti richiesti in sua presenza. Il notaio certificherà i documenti dopo aver assistito alla firma.

La definizione di apostilla è “l’autenticazione di un documento da utilizzare in un altro Paese”. Il certificato di apostilla conferma che la firma, il timbro o il timbro su un documento sono autentici in modo che siano accettati quando presentati in un altro Paese all’interno dell’Unione europea. Viene incollato in modo permanente a un altro documento e poi viene utilizzato un meccanismo di goffratura, spesso chiamato sigillo di apostille o timbro di apostille, per goffrare il documento con uno stemma governativo.

Di solito il notaio che coinvolgi per il servizio di testimonianza sarà in grado di organizzare l’apostilla anche per te.

I notai possono autenticare le firme o i documenti da utilizzare all’estero. Se è necessario autenticare un documento o una procura, è necessario visitare un notaio locale (o un avvocato).

Le apostille possono solitamente essere organizzate da uffici notarili certificati nazionali o dallo stesso ufficio notarile pubblico nazionale. La Spagna non accetta una semplice notarizzazione e quindi è necessaria un’ulteriore autenticazione/legalizzazione, un timbro Apostilla. Se il vostro Paese non è membro della Convenzione sulle Apostille, organizzate la notarizzazione locale dei documenti richiesti e contattate il Consolato spagnolo nel vostro Paese per richiedere la legalizzazione consolare.

Questi documenti sono richiesti dalle rispettive autorità fiscali in ciascun Paese e sono conservati da esse. Pertanto, non possono essere restituiti. Per conservare le copie originali con Lei, possiamo anche fornire copie autenticate all’Autorità Fiscale.

Un numero EORI è un numero di identificazione aziendale di registrazione dell’Unione europea. Questo numero viene emesso durante l’importazione o l’esportazione di merci all’interno e all’esterno dell’UE. Un’azienda o un individuo deve ottenere un numero EORI da un’autorità doganale nazionale prima di iniziare le attività doganali all’interno dell’Unione europea.

I venditori di e-commerce hanno bisogno di un solo numero EORI e, in realtà, possono avere un solo numero EORI. Il numero EORI può essere utilizzato in tutti gli Stati membri dell’UE, pertanto un numero è sufficiente e i servizi doganali rifiuteranno la tua richiesta se hai già un numero emesso. Si prega di notare che dopo che i venditori europei di BREXIT devono richiedere un EORI nel Regno Unito, se desiderano importare merci nel Regno Unito. I venditori con sede nel Regno Unito devono richiedere un EORI nell’UE se desiderano importare merci nell’UE.

Per le società con sede nell’UE, un numero EORI nel Paese di stabilimento, per le società non UE il Paese in cui si importa di più sarà il Paese migliore per avere un numero EORI.

Se i dati forniti non sono accurati e corretti, il tuo account manager ti contatterà fino a quando tutti i dettagli non saranno chiariti. Ciò potrebbe prolungare il tempo necessario per preparare i documenti di registrazione. Se i dati che abbiamo compilato sui documenti di registrazione sono errati, l’Autorità fiscale ci contatterà e non rilascerà il numero di partita IVA fino a quando tutte le informazioni non saranno accurate e aggiornate.

OIl nostro ufficio è specializzato nell’Unione Europea; tuttavia, possiamo indirizzarti ai nostri uffici locali del banco fiscale in tali Paesi. Sarebbero lieti di preparare un’offerta per voi e, in caso di accordo, di assistervi nella vostra espansione aziendale.

Per le aziende che forniscono beni o servizi in Paesi europei stranieri, potrebbe essere necessario registrarsi per l’IVA come trader IVA non residente. Alcuni Paesi consentono alla società non UE di registrarsi “direttamente” presso l’ufficio fiscale, senza dover nominare un rappresentante locale.

Tuttavia, in determinate circostanze, le autorità fiscali richiederanno alla società di nominare un rappresentante fiscale nel Paese di destinazione. Questa società deve essere registrata fiscalmente e disposta ad agire in qualità di rappresentante locale della società, gestendo le richieste e gli obblighi di presentazione della società per i rapporti con le autorità fiscali. Nella maggior parte dei casi, il rappresentante fiscale può essere congiuntamente responsabile per tutti i pagamenti IVA della società.

Le autorità fiscali considerano un rappresentante fiscale come l’agente locale del trader straniero, il che comporta diversi obblighi di conformità. Inoltre, se il rappresentante fiscale è congiuntamente responsabile per le imposte del trader, è prassi del settore richiedere un deposito cauzionale o una garanzia bancaria a favore del rappresentante fiscale per mitigare i potenziali rischi se la società rinunzia a qualsiasi responsabilità.

I clienti statunitensi sono tenuti a fornire un modulo 6166, emesso dall’IRS per completare la registrazione tedesca. Il modulo 6166 può essere richiesto utilizzando un modulo 8802 che può essere scaricato dal sito web dell’IRS. Si prega di notare che le autorità fiscali tedesche accettano solo i moduli originali e il tempo di emissione può richiedere fino a 3 mesi per questo documento. Per ottenere il modulo, si prega di fare domanda all’IRS. Fare clic qui per maggiori informazioni.

Per la registrazione nella maggior parte dei Paesi europei, l’autorità fiscale richiede un documento che dettagli la struttura degli azionisti della società, il capitale registrato della società (fondi, non una posizione geografica) nonché le informazioni dell’amministratore e del rappresentante legale. Il documento è noto anche come Statuto di Organizzazione o Atto Costitutivo.

Un Estratto aziendale o una Licenza commerciale (il nome può variare a seconda dello stato) è essenzialmente un documento emesso dallo stato in cui è stata fondata l’azienda che certifica la legittimità dell’attività, che è stata legalmente registrata. In genere include la data di costituzione della società.

Dall’IRS (Agenzia delle Entrate). Le autorità fiscali richiederanno all’IRS la documentazione relativa all’emissione del numero di identificazione del datore di lavoro (EIN) della Sua azienda.

Il rappresentante legale è la persona che detiene il potere legale di agire per conto dell’azienda e rappresenterà la vostra azienda in qualsiasi questione relativa alle imposte. La registrazione richiederà un documento aziendale che mostri chiaramente chi è il rappresentante legale.

La maggior parte dei Paesi europei richiede un documento di identificazione del rappresentante legale. Può essere una carta d’identità, un passaporto o una patente di guida. Si prega di notare che per la registrazione online di un numero di partita IVA britannico, saranno necessari due documenti di identificazione.

In caso di pagamento in eccesso o di IVA deducibile, alcune autorità fiscali potrebbero tentare di ritrasferire questo importo. Se le tue coordinate bancarie non sono fornite o non sono chiare, l’autorità fiscale contatterà il Tax Desk, ritardando così il tempo di elaborazione. Il certificato bancario deve contenere le seguenti informazioni: nome della banca, indirizzo della banca, nome del titolare del conto, indirizzo del titolare del conto, valuta, numero di conto, IBAN, BIC

Contattare Companies House al numero 0303 1234 500 e richiedere loro di inviare una copia certificata del proprio Certificato di costituzione con le seguenti informazioni aggiuntive aggiunte:

  • Nomi degli amministratori della società
  • Nome del segretario aziendale
  • Sede legale della Società
  • Capitale sociale emesso
  • Nomi degli azionisti

Il documento di cui sopra sarà emesso per un determinato importo. (circa 20 GBP o 60 GBP per un servizio più veloce)

Può essere richiesto direttamente da HM Revenue & Customs: 0300 200 3700. Dovrai indicare il tuo numero di partita IVA nel Regno Unito e il documento sarà inviato al tuo indirizzo registrato. Si prega di notare che è possibile scaricare un certificato IVA dal portale online dove vengono inviate le dichiarazioni, tuttavia ciò non sarà accettato dalle autorità fiscali per la registrazione dell’IVA.

Se non sei registrato per l’IVA nel Regno Unito, a causa del fatto che le tue vendite sono al di sotto della soglia di registrazione, ti preghiamo di comunicarcelo via e-mail in anticipo e ti spiegheremo cosa fare.

In qualità di unico operatore nel Regno Unito, può essere più difficile dimostrare il tuo status. Suggeriamo di ottenere una lettera da HM Revenue & Customs o avvocato o contabile. Dovrebbero fornirvi una lettera sul loro documento ufficiale che indichi quanto segue:

  • Il tuo nome e indirizzo
  • Il tuo nome commerciale
  • Conferma esplicita che sei un trader unico autonomo

È necessario raccogliere i seguenti documenti:

  • 1 fotocopia dell’estratto della tua azienda (certificato ufficiale che conferma le tue attività commerciali)
  • 1 fotocopia del certificato di partita IVA (nel Paese di stabilimento)
  • 1 fotocopia di un certificato bancario che conferma i tuoi dati bancari
  • 1 fotocopia dello Statuto (se disponibile)
  • 1 fotocopia (ciascuna) del documento di identificazione personale del/i rappresentante(i) legale(i)

L’estratto aziendale, il certificato di partita IVA e il certificato bancario non devono essere più vecchi di 3 mesi (alla data di presentazione del pacchetto di registrazione).

Le aziende con sede nell’UE devono disporre di un conto bancario che supporti i pagamenti di addebito diretto SEPA B2B. Se non si dispone di un conto bancario di addebito diretto SEPA B2B, l’autorità fiscale francese emetterà una penale per ogni bonifico bancario effettuato (solitamente EUR 60 per bonifico). Per evitare tali sanzioni, dovrai aprire un nuovo conto bancario compatibile con il sistema di pagamento elettronico francese.

È necessario raccogliere i seguenti documenti:

  • 1 fotocopia dell’estratto della tua azienda (certificato ufficiale che conferma le tue attività commerciali)
  • 1 fotocopia del certificato di partita IVA (nel Paese di stabilimento)
  • 1 fotocopia (ciascuna) di due diversi documenti identificativi del/i rappresentante(i) legale(i)

L’estratto aziendale e il certificato di partita IVA non devono essere più vecchi di 3 mesi (alla data di presentazione del pacchetto di registrazione).

È necessario raccogliere i seguenti documenti:

  • 1 fotocopia dell’estratto della tua azienda (certificato ufficiale che conferma le tue attività commerciali)
  • 1 fotocopia del certificato di partita IVA (nel Paese di stabilimento)
  • 1 fotocopia dello Statuto (se disponibile)
  • 1 fotocopia (ciascuna) del documento di identificazione personale del/i rappresentante(i) legale(i)

L’estratto aziendale e il certificato IVA non devono essere più vecchi di 3 mesi (alla data di presentazione del pacchetto di registrazione).

È necessario raccogliere i seguenti documenti:

  • 1 estratto aziendale originale (certificato ufficiale a conferma delle attività aziendali)
  • 1 certificato di partita IVA originale (nel Paese di stabilimento)

L’estratto aziendale e il certificato di partita IVA non devono essere più vecchi di 3 mesi (alla data di presentazione del pacchetto di registrazione).

È richiesta la traduzione giurata dei documenti. Il Tax Desk può organizzarlo per tuo conto.

È necessario raccogliere i seguenti documenti:

  • 1 estratto aziendale originale (certificato ufficiale a conferma delle attività aziendali)
  • 1 certificato di partita IVA originale (nel Paese di stabilimento)
  • 1 originale un certificato bancario a conferma dei tuoi dati bancari, emesso dalla tua banca
  • 1 fotocopia (ciascuna) del documento di identificazione personale del/i rappresentante(i) legale(i)

L’estratto aziendale, il certificato di partita IVA e il certificato bancario non devono essere più vecchi di 3 mesi (alla data di presentazione del pacchetto di registrazione).

È richiesta la traduzione giurata dei documenti. Il Tax Desk può organizzarlo per tuo conto.

È necessario raccogliere i seguenti documenti:

  • 1 estratto aziendale originale (certificato ufficiale a conferma delle attività aziendali)
  • 1 certificato di partita IVA originale (nel Paese di stabilimento)
  • 1 fotocopia (ciascuna) del documento di identificazione personale del/i rappresentante(i) legale(i)

L’estratto aziendale, il certificato di partita IVA e il certificato bancario non devono essere più vecchi di 3 mesi (alla data di presentazione del pacchetto di registrazione)

È richiesta la traduzione giurata dei documenti. Il Tax Desk può organizzarlo per tuo conto

È necessario raccogliere i seguenti documenti:

  • 1 estratto aziendale originale (certificato ufficiale che conferma le attività commerciali) autenticato e apostillato
  • 1 original certificate of Foreigner’s Identification Number (NIE) – only for sole traders/individuals!

L’estratto e il certificato aziendale di NIE non devono essere più vecchi di 3 mesi (alla data di invio del pacchetto di registrazione)

È richiesta la traduzione giurata dei documenti. Il Tax Desk può organizzarlo per tuo conto

Ai sensi della legge spagnola, i soli trader/individui che hanno una relazione economica (attività) con/nel Paese, ma che non risiedono in Spagna, devono richiedere un numero di identificazione spagnolo per gli stranieri (NIE) presso un consolato o un ufficio rappresentativo della Spagna nel loro Paese di residenza. Il numero NIE può essere richiesto inviando un modulo chiamato EX-15.

Ti chiederemo di inviarci i documenti corretti. Se presentiamo un pacchetto di registrazione con documenti errati (ad es. fotocopia invece di originale o troppo vecchia) il processo di registrazione sarà ritardato e molto probabilmente rifiutato.

a) qualsiasi persona fisica che possieda o controlli direttamente almeno il venticinque per cento delle azioni o dei diritti di voto in una persona giuridica o in un’organizzazione non registrata o – con i mezzi definiti nella Sottosezione (4) della Sezione 8:2 della Legge V del 2013 sul Codice Civile (di seguito “Codice Civile”) – indirettamente, o che sia in grado di esercitare un controllo efficace sulla persona giuridica o sull’organizzazione non registrata con altri mezzi, se tale persona giuridica o organizzazione non registrata non è elencata in un mercato regolamentato ed è soggetta a requisiti di divulgazione coerenti con la legislazione della Comunità o soggetti a standard internazionali equivalenti,

b) qualsiasi persona fisica che abbia un’influenza dominante in una persona giuridica o un’associazione commerciale non registrata come definito nella sottosezione (2) della Sezione 8:2 del Codice Civile,

c) qualsiasi persona fisica per conto della quale viene condotta una transazione, o che è in grado di esercitare un controllo efficace sull’attività di un cliente tramite altri mezzi nel caso di persone fisiche,

d) in caso di fondazioni:

da) laddove i futuri beneficiari siano già stati determinati, la persona fisica beneficiaria del venticinque per cento o più della proprietà della fondazione,

db) laddove le persone che beneficiano della fondazione devono ancora essere determinate, la persona fisica nel cui interesse principale la fondazione è costituita o opera, o

dc) la persona fisica che esercita il controllo nella gestione della fondazione o esercita il controllo su almeno il venticinque per cento della proprietà di una fondazione, e/o che è autorizzata a rappresentare la fondazione,

e) in caso di contratti fiduciari di gestione patrimoniale:

ea) il mandante, e il beneficiario effettivo di cui al Paragrafo a) o b) dello stesso,

eb) il fiduciario, e il beneficiario effettivo di cui al Paragrafo a) o b) dello stesso,

ec) i beneficiari o la classe di beneficiari, e il beneficiario di cui al Paragrafo a) o b) degli stessi, inoltre

ed) qualsiasi persona fisica che esercita un controllo efficace sul fondo fiduciario con altri mezzi, inoltre

f) in assenza della persona fisica di cui ai paragrafi a) e b), il funzionario esecutivo della persona giuridica o dell’associazione commerciale non registrata;

Le merci restituite e spedite al di fuori dell’UE avranno diritto al rimborso dell’IVA. Fornire al Tax Desk le informazioni necessarie utilizzando il modello dati e il Tax Desk modificherà di conseguenza la propria dichiarazione IOSS.

Se l’IOSS non viene utilizzato, l’IVA di importazione è dovuta al momento dell’importazione delle merci nell’UE. Il tuo agente logistico/di dogana pagherà l’IVA di importazione alle autorità doganali e poi la ripristinerà dal cliente o da te. Di solito si verificano spese di gestione aggiuntive. Se il venditore vende beni in base ai termini dei dazi consegnati pagati (DDP), può anche sorgere un ulteriore onere di conformità IVA.

Le merci a basso valore idonee per l’IOSS sono merci in spedizioni il cui valore intrinseco all’importazione non supera 150 EUR (ad eccezione dei prodotti soggetti a dazi).

Valore intrinseco indica il prezzo delle merci stesse quando vendute per l’esportazione nell’UE. Il prezzo deve escludere i costi di trasporto e assicurazione (a meno che non siano inclusi nel prezzo e non indicati separatamente in fattura) ed escludere qualsiasi altra imposta e spesa che possa essere dimostrata alle autorità doganali da qualsiasi documento pertinente.

Laddove le merci vendute siano pagate in una valuta diversa dall’euro, è necessario effettuare sempre il calcolo al momento della fornitura al fine di determinare se la vendita delle merci può essere dichiarata ai sensi dell’IOSS.

Per evitare potenziali problemi all’importazione dovuti alle fluttuazioni del tasso di cambio, si consiglia di indicare sulla fattura che accompagna la spedizione il prezzo in EUR, come determinato al momento dell’accettazione del pagamento.

I requisiti esatti per la registrazione IOSS non sono ancora pubblicati dalle autorità fiscali competenti. Torna a questa pagina più tardi per maggiori informazioni.

Tax Desk ha progettato un questionario disponibile sul Portale per raccogliere le informazioni e i documenti necessari da Lei richiesti per la Sua registrazione IOSS.

Una volta completata la registrazione, potrai scaricare un modello di dati dal nostro Portale. È necessario fornire i dati di vendita (compresi i resi) relativi alle transazioni idonee nel modello richiesto su base mensile. Il Tax Desk preparerà la dichiarazione IOSS per la revisione.

La dichiarazione IVA IOSS conterrà il valore totale delle merci vendute, la loro aliquota IVA e l’importo totale dell’IVA da pagare, suddivise per ogni Stato membro dell’UE in cui le merci vengono trasportate, nonché suddivise in termini di tariffe standard e ridotte.

Dopo l’approvazione, il Tax Desk invierà la restituzione.

Dovrai inviare una restituzione mensile dell’IOSS alle autorità fiscali nel Paese di identificazione (registrazione). La scadenza per l’invio della dichiarazione IVA IOSS è la fine del mese solare successivo al periodo di rendicontazione.

La scadenza per questi pagamenti è la fine del mese successivo al mese di riferimento, uguale alla scadenza di restituzione. Poiché si trova al di fuori dell’UE, si è registrati tramite un intermediario IVA. È necessario effettuare un pagamento mensile dell’IVA dovuta come dichiarato nella dichiarazione IVA IOSS all’intermediario IVA almeno pochi giorni lavorativi prima della scadenza del pagamento come indicato. L’intermediario IVA effettuerà il pagamento allo Stato membro di registrazione per Suo conto.

No, IOSS può essere utilizzato solo per la vendita B2C di merci idonee.

Il Regno Unito ha lasciato il regime IVA dell’UE il 31 dicembre 2020. Allo stesso tempo, il Regno Unito ha ritirato il suo provvedimento di consegna a basso valore di 15£ e ha introdotto un nuovo regime di IVA al punto vendita (simile al regime IOSS dell’UE) per le merci importate nel Regno Unito con un valore di spedizione non superiore a 135£.

Per le vendite ai consumatori dell’UE, i venditori residenti in Gran Bretagna sono ora considerati residenti al di fuori dell’UE. A partire dal 1° luglio 2021, potranno utilizzare l’IOSS UE come venditori non UE, per le vendite di merci idonee che saranno importate nell’UE.

Una volta effettuata la sottoscrizione ai servizi del Tax Desk, ti verrà assegnato un account manager dedicato del Tax Desk che risponderà alle tue domande relative alla registrazione IOSS e al processo di conformità. Puoi contattare il tuo account manager via e-mail o telefono nelle seguenti lingue: inglese, tedesco e cinese.

Devi fare quanto segue:

  • Applicare l’aliquota IVA dello Stato membro in cui le merci vengono spedite o dove vengono forniti i servizi
  • Ritirare l’IVA dall’acquirente sulle vendite a distanza intra-UE di beni o sulle forniture di servizi
  • Inviare le dichiarazioni IVA trimestrali allo Stato membro in cui si è registrati per l’OSS;
  • Effettuare il pagamento trimestrale dell’IVA dichiarata nelle dichiarazioni IVA allo Stato membro in cui si è registrati per l’OSS
  • Tenere traccia di tutte le vendite OSS idonee per 10 anni

I requisiti esatti per la registrazione OSS non sono ancora pubblicati dalle autorità fiscali competenti. Torna a questa pagina più tardi per maggiori informazioni.

Tax Desk ha progettato un questionario disponibile sul Portale per raccogliere le informazioni e i documenti necessari da Lei richiesti per la Sua registrazione OSS.

Una volta completata la registrazione, potrai scaricare un modello di dati dal nostro Portale. È necessario fornire i dati di vendita (compresi i resi) relativi alle transazioni idonee nel modello richiesto su base mensile. Se effettui transazioni su Amazon, puoi anche fornirci il Report sulle transazioni IVA di Amazon e utilizzare il nostro modello di dati solo per transazioni al di fuori di Amazon. I professionisti del Tax Desk prepareranno la dichiarazione OSS per la revisione su base trimestrale.

La dichiarazione IVA OSS conterrà il valore totale delle merci vendute, la loro aliquota IVA e l’importo totale dell’IVA da pagare, suddivise per ogni Stato membro dell’UE in cui le merci vengono trasportate e trasportate, nonché suddivise in termini di tariffe standard e ridotte.

Dopo la tua approvazione, invieremo il reso.

Dovrai inviare una restituzione trimestrale dell’OSS alle autorità fiscali nel Paese di identificazione (registrazione). La scadenza per l’invio della dichiarazione IVA OSS è la fine del mese solare successivo al periodo di rendicontazione.

La scadenza per questi pagamenti è la fine del mese successivo al trimestre di riferimento, uguale alla scadenza di restituzione.

No, OSS può essere utilizzato solo per le vendite B2C.

Una volta effettuata la sottoscrizione ai servizi del Tax Desk, ti verrà assegnato un account manager dedicato del Tax Desk che risponderà alle tue domande relative alla registrazione IOSS e al processo di conformità. Puoi contattare il tuo account manager via e-mail o telefono nelle seguenti lingue: inglese, tedesco, francese, spagnolo, italiano e cinese.

Se l’OSS non viene utilizzato, dovrai registrarti in ogni Stato membro dell’UE in cui l’IVA è dovuta sulle vendite a distanza di merci. Dovrai presentare dichiarazioni IVA separate in questi Paesi nella frequenza richiesta dagli Stati membri locali ed effettuare i corrispondenti pagamenti IVA alle autorità fiscali di questi Stati membri.

Le aziende con sede nell’UE devono registrarsi nel Paese in cui hanno sede le loro attività. Le aziende non residenti nell’UE devono registrarsi nel Paese dell’UE da cui spediscono. Se spedisci da più Paesi dell’UE, scegline uno.

Le informazioni fornite non costituiscono, e non intendono costituire, consulenza legale e/o fiscale; invece, queste informazioni sono solo a scopo informativo generale. Queste informazioni potrebbero non costituire le informazioni legali o di altro tipo più aggiornate. I lettori di queste informazioni devono contattare il proprio consulente per ottenere consulenza in merito a qualsiasi questione legale e/o fiscale particolare. Tutte le responsabilità relative alle azioni intraprese o non intraprese in base ai contenuti di questo sito sono espressamente declinate. Il contenuto di questo post viene fornito “così com’è”; non viene fatta alcuna dichiarazione che il contenuto sia privo di errori.